Avviso importante – CERCASI TESTIMONI

Chi ha informazioni in merito a cosa è avvenuto il il 24 e 25 ci contatti attraverso la mail

comitatovalrosandra@gmail.com

oppure attraverso il form online

http://comitatovalrosandra.org/contatta/

Abbiamo bisogno di informazioni, di sapere chi era lì, chi ha dato gli ordini. Chiunque abbia materiale video, foto o possieda informazioni a riguardo, chiunque abbia fatto domande ai presenti… Ogni dettaglio può essere utile per ricostruire le dinamiche dei fatti intorno all’operazione “Alvei Puliti 2012″ della protezione civile in Val Rosandra.

VERRA’ TUTELATA LA PRIVACY!

Grazie!

8 Risposte a Avviso importante – CERCASI TESTIMONI

  1. gianni 4 aprile 2012 a 20:48 #

    Da rassegna stampa Legambiente – circolo verdeazzurro trieste

    «Non mi sento un vandalo» – Un volontario della Protezione civile parla della bonifica

    «Sono un volontario della Protezione civile, non sono un devastatore. Ho fatto solo quello che mi è stato detto. Sono dispiaciuto per come le cose sono andate riguardo a quanto accaduto in Val Rosandra». Le parole sono di Tommaso Congera. Abita nella Bassa, non lontano da Palmanova. E dedica «tutto il tempo libero al volontariato nella Protezione civile a favore delle popolazioni». Racconta: «Ero in Val Rosandra, sia sabato che domenica. La direttiva che ci era stata impartita era di non toccare le piante sulle quali vi erano i nidi. Per gli altri alberi si poteva, anzi si doveva tagliarle. Mi hanno detto che le piante che si trovano all’interno dell’alveo fluviale non sono considerate bosco e dunque si possono eliminare». Poi Tommaso Congera spiega più precisamente quale è stata la sua attività nell’intervento in Val Rosandra: «Ho operato da Bagnoli della Rosandra in sù. La mia squadra era composta da una decina di persone. Lavoravamo con le motoseghe che utilizzavamo per tagliare i tronchi del diametro di 20, 30 centimetri. MA GLI ALBERI PIU’ GROSSI ERANO GIA’ STATI ABBATTUTI NEI GIORNI PRECEDENTI DA UNA DITTA PRIVATA. Non ci siamo resi conto. Pochi, sono convinto, avevano la competenza tecnica per capire il tipo di intervento. Insomma, abbiamo fatto quello che ci è stato detto. So che c’erano stati vari incontri tra il sindaco e i responsabili. Sono loro che hanno scelto, deciso quello che doveva essere fatto e soprattutto come». Continua: «È brutto sentirsi definire vandali, quando il nostro spirito di volontari è quello di aiutare la gente. Ripeto: eravamo stati incaricati. Non avevamo alcuna indicazione riguardo gli alberi rari. Riguardo i rifiuti avevamo delle indicazioni specifiche: non dovevamo minimamente toccarli. Per esempio abbiamo trovato alcuni pezzi di Eternit e abbiamo delimitato la zona avvisando i responsabili. Perché questi interventi devono essere eseguiti da ditte specializzate». Lancia una sorta di accusa: «Nessuno degli abitanti della zona ci ha chiesto cosa stavamo facendo, nessuno ci ha detto di fermarci. Come mai non hanno reagito? Perché forse non se ne sono resi conto, questa è la verità. Per questo ribadisco che quanto accaduto non è colpa nostra. Sentirsi dare degli incompetenti è offensivo. Se in Val Rosandra si fossero svegliati prima… Se chi ha la responsabilità avesse fatto il suo dovere….». E infine dà una sua spiegazione: «Se qualcuno ha sbagliato per quanto è accaduto in Val Rosandra è stato ad alti livelli. La colpa non è della Protezione civile. Ma più in alto…».

    Corrado Barbacini

    …. intanto la mia solidarietà ai ragazzi di buona volontà della protezione civile. Le responsabilità sono dei vertici. Ho messo in maiuscolo una frase per me molto interessante, —–”DITTA PRIVATA”—– intervenuta qualche giorno prima per il taglio degli alberi più grossi…

  2. Avatar of Luisa Gregori
    Luisa Gregori 4 aprile 2012 a 21:06 #

    Sì Gianni abbiamo scritto dell’articolo in questo post:

    http://comitatovalrosandra.org/2012/04/si-infittisce-il-mistero-sulloperato-della-protezione-civile/

    Puoi commentare lì.
    Sembra che una ditta privata (la stessa?) oggi abbia ripulito l’alveo dalla ramaglia per evitare che si intasi tutto con le pioggie di questi giorni e le prox previste…

    • ilaem 4 aprile 2012 a 21:36 #

      scusate ma volete dire che non c’è nessuno in valle a presidiare neppure di giorno?
      quando domenica ho proposto un presidio mi è stato fatto notare che non si pò pernottare nel parco…ma al premuda si!! e cmq credevo ci fosse una sorveglianza durante la giornata, io mi rendo disponibile nelle mattine di lun mer ven.
      non che sia facile occultare le prove, sembra siano passati gli unni…

      chi è questa ditta? perché non c’era nessuno!!

      • Avatar of Luisa Gregori
        Luisa Gregori 5 aprile 2012 a 04:05 #

        Ilaem, purtroppo la forestale è sotto organico, mi sembra siano in 3, chi vuoi che vigili?

        Oggi l’alveo è stato pulito, ma non sono stati tagliati altri alberi (eh bhe!)
        C’è stato chi ha fatto foto sul posto.

        La pulitura dell’alveo è stata chiesta in consiglio comunale, come riportato da Rossano Bibalo

        http://comitatovalrosandra.org/2012/04/novita-dal-consiglio-comunale-di-dolina/

        • Avatar of Luisa Gregori
          Luisa Gregori 5 aprile 2012 a 18:33 #

          Su facebook Luisa Degrassi ha pubblicato delle foto delle ore 13 di oggi in cui si vede purtroppo ancora della ramaglia sull’alveo! Speriamo non succeda nulla nonostante le piogge!

  3. Avatar of loana vesnaver
    loana vesnaver 6 aprile 2012 a 15:07 #

    ho mandato una mail ad un abitante di “rosandra alta” dove gli chiedo di render testimonianza… speriamo lo faccia…

  4. Avatar of nicolò
    nicolò 8 aprile 2012 a 13:32 #

    Ciao a tutti piacere Nicolò…poco tempo fa ricordandomi che un mio ex compagno di classe è volontario della protezione civile ho guardato le sue foto su Facebook.Quanto pare ha collaborato con la protezione civile per il disboscamente della Val Rosandra…se riesco a contattarlo e se lui disponibile potrei chiedergli delle informazioni….Grazie Nico

    • Avatar of Luisa Gregori
      Luisa Gregori 8 aprile 2012 a 16:12 #

      Grazie a te! Riferisci al tuo amico che se lui non vuole gli garantiremo il massimo della privacy.

Lascia un Commento

*